Sentire e pensare il Mediterraneo oggi

con

Biamonti, Giono, Camus

 sabato 28 marzo 2015, Comune di Savona (piazza Sisto IV) – Sala Rossa (mattino), Sala Consiliare (pomeriggio)

Gigi Caldanzano Il Costa del SolGigi Caldanzano Il Costa del Solfoto locandina

Cos’è oggi il Mediterraneo? Il più grande cimitero liquido dei migranti o la culla della nostra civiltà? Il Mediterraneo da sempre luogo d’incontro-scontro tra civiltà, culture e religioni, è oggi il laboratorio di processi della post-modernità improntata ad un pluralismo radicale, contrassegnato soprattutto dalla globalizzazione. L’immagine del Mediterraneo è stata sfruttata e manipolata dalla economia-finanza e dalla storia al punto di ridurla ad un’icona superata e irriconoscibile.

Attraverso la rilettura di autori mediterranei come Biamonti, Giono e Camus, si può ripartire dal territorio e da un sentire non inquinato dalle ideologie o dalle politiche economiche, per promuovere la valorizzazione di una cultura mediterranea che può ancora aiutarci a capire le contraddizioni del presente e ad impostare un futuro a misura d’uomo.

Il convegno sarà l’occasione per  riflettere sul significato di “cultura mediterranea” oggi e per rivisitare un’idea, oggi inflazionata, dello spirito mediterraneo, il quale invece può ancora essere pensato e vissuto come dimensione culturale e umana alternativa alle derive odierne.

PROGRAMMA

9.00: Apertura dei lavori – Saluto delle autorità. Presiede  Furio Ciciliot (Società Savonese di Storia Patria)

9.30: Michele Brondino, Secum – Edm, Il Mediterraneo ostaggio della storia

10.00: Stefano Roascio, Amici di Peagna, La Liguria e il mare come scenario di incontri e scontri

10.30/10.45: pausa

10.45:  Yvonne Fracassetti, Secum, Camus e il Mediterraneo: un desiderio di osmosi

11.15:  Samantha Novello, Università di Torino, Albert Camus “fenomenologo” del Mediterraneo

11.45  Cortometraggio su  Biamonti: “Francesco e il mare”, Istituto d’arte di Imperia

Segue dibattito

13.00/14.30: pausa

14.30: ripresa dei lavori. Presiede Yvonne Fracassetti (Secum)

14.30: Mauro Bico, Amici di Biamonti-Amici di Peagna, L’ora dei diamanti estremi”: il lessico del mare nei romanzi di Francesco Biamonti

15.15: Massimo Quaini, Università di Genova, Biamonti: il paesaggio e l’impegno per un altro mare  fra terre

16.00: Jacques Mény, Les amis de J. Giono, Présence de la Méditerranée dans l’oeuvre de Giono

16.45: dibattito. Chiusura dei lavori

A cura delle Associazioni: Amici di Peagna, Amici di Biamonti, Les amis de J. Giono, Società Italiana Francesisti di Savona, Società Savonese di Storia Patria, Secum (Science Education Culture en Méditerranée ), Edm (Enciclopedia del Mediterraneo).