Un sito naturalistico di particolare interesse, resti di murature probabilmente altomedievali ed una cappella affrescata nel XV secolo: il fascino di San Nicolò di Bardineto è rilevante e può meritare sicuramente una visita ed ulteriori approfondimenti.

CIMG7040 - CopiaSan Lorenzo (foto f.c.)

San Nicolò sorse su un importante incrocio viario tra il valico dello Scravaiòn ed il giogo di Toirano, nei pressi di una cospicua sorgente. Ad un’epoca ben anteriore alla fondazione del borgo di Bardineto (XIII secolo?), risalgono i resti di un torrione altomedievale al di sopra della cappella, studiati negli anni Sessanta da Giovanni Coccoluto e Marco Ricchebono, in un articolo del 1974 comparso negli Atti e Memorie della nostra Società (G. Coccoluto, M. Ricchebono, Note sui “Loca Sanctorum” in Liguria: due dedicazioni a San Donato, pp. 21-40).

CIMG7039 - Copia(foto f.c.)

Gli affreschi all’interno della cappella, antica parrocchiale di Bardineto, recentemente restaurati, rimandano alla consueta ricchissima simbologia ed iconografia tardo medievale di cui presentiamo due particolari.

CIMG7042 - CopiaIl mandylion (foto f.c.)