Medioevo dai documenti e sul territorio, 9 giugno, ore 10.00

Nel decimo secolo di Ferrania …

è il titolo di un convegno storico dedicato all’istituzione religiosa di Ferrania ed ai suoi beni che si terrà sabato 9 giugno, con inizio alle ore 10.00, nella chiesa parrocchiale di San Pietro e Paolo di Ferrania (Cairo Montenotte – Sv).

Volantino-invito al convegno

Il convegno è organizzato da “Società Savonese di Storia Patria” e “Istituto Internazionale di Studi Liguri-Sezione Valle Bormida”, in collaborazione con “Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo-Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Liguria”. Hanno concesso il patrocinio la “Città di Savona” e la “Città di Cairo Montenotte”.

Loghi

La giornata sarà particolarmente ricca perché, oltre alle relazioni secondo il programma che segue, sarà possibile visitare sia il borgo sia l’esposizione museale contenuta nella chiesa parrocchiale di San Pietro e Paolo durante la pausa del pranzo, approntato in uno dei locali attigui. Inoltre, nel tardo pomeriggio sarà effettuata una breve passeggiata naturalistica nel parco.

CIMG0948

Il borgo di Ferrania

Pochi luoghi hanno avuto una storia documentata lunga e complessa quanto quella di Ferrania. A partire dall’XI secolo, una importante struttura religiosa regolare è situata in una posizione strategica sulla principale strada tra la Riviera e la pianura padana. Proprio il territorio di Ferrania e la sua gestione sono una delle costanti della storia valbormidese.

Cabreo 1748 Planimetria chiesa Ferrania-001

Planimetria della chiesa di San Pietro nel cabreo del 1748

L’ampio latifondo di boschi, monti, acque, piane e coltivazioni sarà gestito da grandi famiglie – tra gli altri i Del Carretto, gli Scarampi e i De Mari – che lo condurranno fino al XX secolo, quando proprio per il suo comodo isolamento, nelle anse pianeggianti della Bormida, vicino a strade e insediamenti, sarà sede di una delle più famose industrie chimiche italiane che, proprio da essa, prenderà il nome.

1 CIMG0916

Esposizione museale di San Pietro: epigrafe

Il convegno e la successiva pubblicazione monografica racchiuderanno gli aspetti che abbiamo indicato. Per prima cosa le vicende storiche dell’istituzione religiosa, oggi conosciuta come abbazia, i suoi monumenti e i luoghi che meritano di essere ricordati; sarà poi descritto il suo fondo archivistico, costituito di documenti originali, giunti in mano pubblica con una serie di passaggi che meritano di essere raccontati.

CIMG0932

Esposizione museale di San Pietro: capitello

Ma si parlerà anche delle genealogie signorili che hanno gestito il latifondo e si accennerà agli aspetti naturalistici ancora presenti, organizzando così materiali sufficienti da utilizzare per coloro che hanno a cuore quest’area e desiderano valorizzarla nella sua giusta luce.

Altome

Esposizione museale di San Pietro: frammento lapideo (immagine in negativo)

Ecco i temi che gli studiosi invitati esporranno con ricerche originali:

R. Musso, La val Bormida dei primi Aleramici, il “Vasto” e la fondazione di San Pietro di Ferrania
D. Ciarlo, L’atto di donazione del 1097
F. Ciciliot, M. Sangalli, Topografia e toponomastica dei primi documenti
C. Prestipino, R. Vassallo, San Pietro di Ferrania, il territorio e i monumenti
A. Salmoiraghi, M. Sangalli, I passaggi di proprietà dal Medioevo al XIX secolo
F. Mambrini, Il fondo documentario ‘Abbazia di Ferrania’ dell’Archivio di Stato di Savona
G. Mina, XX secolo, l’industria chimica
M. Brunetti, G. Cirone, La natura e il parco dell’Adelasia

CIMG0934

Interno della chiesa parrocchiale di San Pietro e Paolo, sede del convegno

La sede degli interventi sarà l’interno della chiesa di San Pietro e Paolo ed il volume degli atti, edito entro l’inverno 2018/19, sarà distribuito gratuitamente ai soci di Storia Patria a cui è possibile aderire versando la quota annua di euro 30.

CIMG0944Le lapidi degli Scarampi

Le immagini riproducono il borgo, l’interno della chiesa e alcuni tra i reperti della locale esposizione museale.