Molte delle ricerche storiche su Savona sono state finora dedicate alla parte racchiusa dalle mura medievali o al centro ottocentesco. La superficie di tale territorio è di poche decine di ettari, mentre l’estensione comunale è superiore a seimilacinquecento: per questo riteniamo che una iniziativa riguardante la parte non centrale di Savona, dove ormai vive anche la maggior parte dei residenti, possa riscuotere qualche interesse.

Cosa troviamo in questa parte di Savona? Due comunità un tempo totalmente indipendenti (Lavagnola e Legino); ambienti agricoli ancora oggi relativamente conservati; ville suburbane che ben si inserivano tra i latifondi; spettacolari ponti ad arco; percorsi pedonali tra i condomini che giungono a cappelle campestri pressoché dimenticate; e poi tanti boschi e ruscelli.

Per raccontare le vicende di quei luoghi, la Società Savonese di Storia Patria odv – in collaborazione e con il patrocinio del Ministero Istruzione, Università e Ricerca. Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria, della Città di Savona, della Fondazione De Mari, dell’Istituto Ferraris Pancaldo e del Liceo Chiabrera Martini – organizza un corso didattico intitolato Savona, storie di luoghi fuori le mura che avrà le seguenti caratteristiche:

– fornire informazioni sulla parte di Savona meno frequentata, quella al di fuori delle mura medievali, dell’altura del Priamàr e del centro ottocentesco;

– focalizzare alcune emergenze architettoniche e paesaggistiche che possono rappresentare una scoperta per molti savonesi, puntare su una loro valorizzazione e proporre mete vicine per passeggiate.

I docenti sono profondi conoscitori di quei luoghi e forniranno supporti metodologici per eventuali ulteriori ricerche “sul campo” o approfondimenti bibliografici con testi presenti nella biblioteca della Società Savonese di Storia Patria. Il corso sarà costituito da quattro lezioni tenute a gennaio-marzo 2020, secondo il programma allegato, e suscettibile quindi di piccole variazioni, tempestivamente segnalate. Si svolgerà nell’aula Magna del liceo Martini, via Aonzo, 2, nel pieno centro di Savona.

Le lezioni confluiranno in un volume di Atti e Memorie della Società Savonese di Storia Patria che sarà edito presumibilmente entro la prima metà del 2020. Il volume diventerà così una guida di Savona fuori dal centro cittadino. Tutti gli iscritti al corso riceveranno gratuitamente copia del volume. Per motivi organizzativi il corso è a numero chiuso ed è riservato agli iscritti alla Società di Storia Patria in regola con il pagamento della quota del 2020. La quota di iscrizione è di euro 30 (trenta) annui, ridotti a euro 10 (dieci) per chi ha meno di 26 anni o è familiare diretto di un socio. Per gli studenti del Liceo Chiabrera – Martini e dell’Istituto Ferraris – Pancaldo l’iscrizione è gratuita.

Le adesioni si ricevono esclusivamente per e-mail indirizzata a segreteria@storiapatriasavona.it; seguirà comunicazione di conferma con inoltro, ai non soci o a quelli non in regola, della documentazione per regolarizzare l’iscrizione del 2020. Per motivi logistici il corso è a numero chiuso, farà fede la data di adesione e quella ultima per l’iscrizione sarà il 25 gennaio 2020.

Il corso si avvale di un Comitato didattico composto dai docenti: Lia Ciciliot (Liceo Chiabrera), Aureliano Deraggi (già Dirigente Ufficio Scolastico Regionale della Liguria), Paola Mallone (Istituto Ferraris-Pancaldo), Alessio Rògano (Istituto Comprensivo di Cairo Montenotte) e Silvia Sogno (Liceo Martini).

Per informazioni ulteriori si rimanda al sito www.storiapatriasavona.it e alla sede della Società (via Pia 14/4, Savona), aperta al martedì (14.00 – 19.30), al giovedì (9.00 -12.30) e al sabato (16.00 – 19.00).

Fotografie storiche: collezione digitale Mariano Bosco

Savona fuori le mura, programma

Dati principali e come iscriversi a Storia Patria